Il Gruppo Davines aderisce all’azione collettiva per il clima lanciata dal movimento delle B Corp

In occasione della Conferenza delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici COP25 tenutasi a Madrid nel Dicembre 2019, il Gruppo Davines, unitamente ad altre aziende certificate B Corp, si è impegnato per accelerare la riduzione delle emissioni di gas serra, dichiarando ufficialmente di diventare “net zero emission” entro il 2030, ovvero 20 anni prima rispetto a quanto stabilito dall’Accordo di Parigi. L’impegno del Gruppo a raggiungere questo obiettivo, che consiste nella drastica riduzione delle proprie emissioni di CO2eq e nella compensazione della quota residuale, sarà scadenzato dalla pianificazione di un’apposita “road map”. Questo impegno collettivo per la riduzione delle emissioni rappresenta la più rapida azione mai intrapresa da un numero così ampio di imprese per arrestare e invertire l’attuale traiettoria climatica. La “road map” mira a contenere l’aumento della temperatura media globale al di sotto della soglia degli 1,5 gradi, identificata come limite da non oltrepassare per evitare le peggiori conseguenze per il nostro pianeta e i suoi abitanti. Per il Gruppo Davines l’assunzione di questo impegno è una delle azioni intraprese per promuovere un sistema virtuoso di restituzione all’ambiente ed alla società, al fine di non sottrarre risorse, bensì di contribuire alla creazione di una prosperità condivisa e duratura per tutti.

STAKEHOLDER COINVOLTI

Ambiente.
Comunità (aziende B Corp e altre realtà imprenditoriali).

RISULTATI

  • 500 aziende certificate B Corp da tutto il mondo hanno siglato l’accordo per raggiungere entro il 2030 “net zero emission” ovvero l’azzeramento della propria impronta carbonica.
  • Sensibilizzazione del mondo imprenditoriale ad aderire all’azione collettiva per il clima.

Per saperne di più: